Home ciofs

ciofs

Presentazione nuovi Consiglieri Internazionali GiFra 2023 – 2026

Cari fratelli e sorelle,
È con grande gioia che vi informiamo dei frutti della nostra Assemblea Internazionale Straordinaria GiFra.
Presentiamo ufficialmente i nuovi Consiglieri Internazionali della GiFra e i loro sostituti eletti e nominati per il periodo 2023-2026.


EN – ES – FR – IT – Presentation

IT – nuovi Consiglieri Internazionali della GiFra 2023-26

IT- ad experimentum Regolamento Internazionale della GiFra

CIOFS Materiale sulla leadership di servizio e animazione

Cari Fratelli e care Sorelle,
Dell’Ordine Francescano Secolare e della Gioventù Francescana, Pace e Bene.

Durante il Capitolo Generale dell’Ordine Francescano Secolare del 2021 è stato presentato il tema della Leadership al servizio e si è deciso che il continuare la formazione in questa dimensione di servizio fosse una tra le priorità dell’Ordine. Infatti si affermava:
“Leadership di servizio. Porre ulteriore attenzione alla leadership del servizio, condividendo gli strumenti proposti dall’Instrumentum Laboris e dalla presentazione di fra Michael Perry sul tema principale, che hanno fornito strumenti eccellenti da usare per le fraternità locali (moduli, modelli, formato dei training, linguaggio semplice). Creare un fondo di sovvenzione che possa sostenere varie azioni relative all’attuazione dei suggerimenti”. La Presidenza del CIOFS ha approvato la richiesta di farsi promotore dell’animazione di questa priorità affidando al Segretariato per la Formazione la preparazione di due temi da sviluppare in due anni successivi. Per l’anno 2023 il tema che verrà sviluppato sarà “Servire in fraternità, leadership e animazione” mentre quello per l’anno 2024 sarà
“La leadership di servizio negli scritti di San Francesco e Santa Chiara d’Assisi”. Durante l’Assemblea Internazionale della GiFra tenutasi in
Messico nell’anno 2022 è stato presentato questo lavoro “Servire in Fraternità, Leadership e Animazione”, e in esso sono state analizzate le
sfide che si trovano ad affrontare sia la GiFra che l’OFS in questa dimensione di servizio che il nostro carisma ci propone. Questo lavoro è
stato presentato da Tibor Kauser OFS, Ministro Generale OFS e da Ailén Lucia Natali GiFra- OFS,membro dell’Equipe Internazionale di Formazione della GiFra.

Il segreteriato della formazione ha chiesto ai due relatori di integrare la loro presentazione aggiornandola in modo che essa possa essere
condivisa con tutte le fraternità dell’OFS e della GiFra nel mondo.

Ci auguriamo che questo materiale risponda alla priorità data e che sia utile per la formazione dei fratelli e delle sorelle. Pensiamo che il continuare a riflettere e a formarsi sulla leadership del servizio sia una necessità per i nostri organi di animazione che sono i consigli ai diversi livelli, locale, regionale e nazionale.

Pensiamo inoltre che, nel momento in cui tocca a noi animare i nostri fratelli e sorelle con il servizio nei consigli, in essi si debbano rafforzare il dialogo, la comunicazione per far fronte alla grande sfida di formare una fraternità di servizio.

Fraternamente,

Il Segretariato CIOFS della formazione


IT – LEADERSHIP DI SERVIZIO E ANIMAZIONE OFS – GIFRA (3)

Lettera e auguri del Ministro Generale Tibor Kauser

Care sorelle e cari fratelli,
Il Signore vi doni la sua pace

Ci stiamo preparando già da tempo al Natale di quest’anno, perché il giubileo degli 800 anni lo mette in una luce speciale. Il nome del minuscolo paese, Greccio, è diventato noto anche tra coloro che non hanno familiarità con la spiritualità francescana. Greccio divenne il simbol o della festa del Natale. Ed è giusto.
La sera in cui San Francesco predicava da diacono e la Santa Messa era davvero al centro dell’attenzione, letteralmente l’unico modo per celebrare, la vita ha assunto un significato diverso, molto speciale. A Greccio tutto e tutti erano vivi, gli animali, il prete, la gente del paese, i fratelli, tranne uno: Gesù. Ma, nonostante San Francesco volesse vedere cosa accadeva a Betlemme, davanti a qualcun altro accadde
un miracolo: Gesù prese vita, divenne vivo.
La nostra tradizione è iniziata così: con tutti riuniti con gioia attorno alla grotta, senza alcuna distanza tra l’evento originario e coloro che ne condividono il mistero (Admirabile Signum 2) Da allora, nel corso dei secoli, sull’esempio di San Francesco, per la sua intercessione, camminando con lui sulla strada, Gesù si è fatto vivo per molti.
Quest’anno in questo semplice messaggio per Natale invito tutti voi: sia questo anche per noi il vero dono del Natale, sia Gesù a vivere per noi. Gesù si è fatto uomo, la Parola si è fatta carne (Gv 1,14) 1,14),
affinché possiamo diventare partecipi della divinità di Cristo che si è umiliato per condividere la nostra umanità (Ordo Missae) Missae). Si è fatto uomo e così ha dischiuso la sua divinità, ci ha permesso di partecipare, ci ha permesso di intuire. Questo è un invito fortissimo, come lo è stato per Maria, per Giuseppe e per tutti gli altri che hanno potuto partecipare a quei meravigliosi momenti attorno al presepe.
A Greccio non c’era il presepe. Non c’erano statue in giro, ma persone vive. Invito tutti voi a vivere questo miracolo, insieme a San Francesco, stando attorno al “presepe di Natale”.
Cerchiamo di essere la famiglia viva, nella quale Gesù può nascere e trovare un caldo spirito di famiglia.
Cerchiamo di essere Maria, sua madre, quando lo portiamo nel nostro cuore e nel nostro corpo (cfr 1 Cor 6,20) mediante l’amore divino (amor) e una coscienza pura e sincera; lo generiamo attraverso l’opera santa, che deve risplendere come esempio agli altri! (EpFid I)
Cerchiamo di essere Giuseppe, chiedendoci umilmente sul le cose che comprendiamo e anche su quelle che non comprendiamo, allo stesso modo. Cerchiamo di essere quei compagni fedeli che confidano pienamente nelle promesse di Dio.
Cerchiamo di essere i pastori, che hanno un cuore abbastanza puro da essere colpiti da grande paura (Lc 2,9), ma sono anche pronti a rallegrarsi, glorificando e lodando Dio per tutto ciò che hanno udito e visto (Lc 2,20).
Andiamo, come i re, e lodiamo Gesù che è Dio che è venuto a noi ma non sarà riconosciuto come Dio,
Andiamo, come i re, e lodiamo Gesù che è Dio che è venuto a noi ma non sarà riconosciuto come Dio, che è reche è re,, che è il ‘re dei re’, che regna non sul regno terreno ma su quello celeste in mezzo a noi, ed è un che è il ‘re dei re’, che regna non sul regno terreno ma su quello celeste in mezzo a noi, ed è un uomo fragile che soffre e muore per noi per redimere me e te, tutti.uomo fragile che soffre e muore per noi per redimere me e te, tutti.
Quest’anno penso più che mai a coloro che soffrono molto e per i quali sarà difficile o addirittura
Quest’anno penso più che mai a coloro che soffrono molto e per i quali sarà difficile o addirittura impossibile celebrare con gioia il Natale. Penso molto a coloro per i quali questo periodo natalizio è impossibile celebrare con gioia il Natale. Penso molto a coloro per i quali questo periodo natalizio è tempo di guerra, di persecuzione, di sofferenza, di mtempo di guerra, di persecuzione, di sofferenza, di mancanza del necessario. Invito tutti voi a dare meno ancanza del necessario. Invito tutti voi a dare meno attenzione al lato materiale della festa, e a dedicare più tempo, preghiera, attenzione a quanto è accaduto attenzione al lato materiale della festa, e a dedicare più tempo, preghiera, attenzione a quanto è accaduto a Betlemme. Che il Natale sia per noi molto importante per lo stesso motivo che lo è stato per a Betlemme. Che il Natale sia per noi molto importante per lo stesso motivo che lo è stato per San San Francesco. Desideriamo vedere cosa è realmente accaduto. Auguro a tutti voi di essere parte del miracolo Francesco. Desideriamo vedere cosa è realmente accaduto. Auguro a tutti voi di essere parte del miracolo di Natale: Gesù è diventato vivo. Possa diventare vivo per tutti noi!di Natale: Gesù è diventato vivo. Possa diventare vivo per tutti noi! Possiate avere tutti

Pace e bene!

Tibor Kauser


IT lettera di Natale 2023

Natale 2023

CIOFS: Lettera e Linee guida per i membri dei Consigli OFS

Carissimi fratelli e sorelle,
il nostro essere Ordine ci chiede di studiare, approfondire ed amare gli strumenti preziosi donatici dalla Chiesa (Regola, Costituzioni Generali e Rituale) per meglio mettere in pratica il nostro progetto di vita francescano secolare.

A volte, però, soprattutto quando siamo chiamati in prima persona a servire, andiamo in confusione nel metterli in pratica.

A seguito di numerosissime richieste di chiarimenti, la precedente Presidenza si era posta l’obiettivo di aiutare i fratelli e le sorelle chiamati a servire in un Consiglio, in particolare quello Locale.

Per questo ha elaborato delle linee – guida che forniscano spiegazioni teorico/formative ed indicazioni tecnico/pratiche su quali siano le caratteristiche di chi accetta un Ufficio di servizio; le funzioni del Consiglio ed i compiti di ciascun Ufficio che lo compone, così come del Consiglio nel suo insieme.

Questo documento non ha l’ambizione di trattare tutti i compiti e risolvere le innumerevoli situazioni in cui si può trovare un Consiglio o un suo membro, soprattutto per i livelli Regionale e Nazionale. E’ uno strumento che ha lo scopo di aiutarci a comprendere quale deve essere il nostro atteggiamento come membri di un Consiglio, che cerca anche di dare quante più indicazioni possibili sul cosa e come fare il servizio per il bene dei fratelli e sorelle e dell’OFS.

Con grande gioia invio a tutti voi queste linee-guida, che sono certo saranno di grande aiuto nella vita pratica di ciascun Consiglio ad ogni livello, ma in modo particolare dei Consigli Locali che costituiscono le fondamenta del nostro Ordine ed ai quali sono affidate le maggiori responsabilità.

Chiedo a tutte le Fraternità Nazionali di assicurarsi che questo documento arrivi ad ogni Fraternità Regionale, Locale ed a ciascun fratello e sorella.

Invito tutti a studiarlo e a metterlo in pratica con lo spirito della “lavanda dei piedi” (Gv 13,14; IV Ammonizione), che caratterizza il nostro servire.
Ogni bene!

Il vostro Ministro e fratello

Tibor Kauser

Ministro Generale OFS


IT Linee-guida membri Consiglio

Lettera di accompagnamento sulle linee guida membri Consiglio

Indulgenza plenaria in occasione dell’ottavo centenario del “Natale di Greccio” vissuto da san Francesco d’Assisi

Cari fratelli e sorelle,

il Signore vi dia pace!

Vi scriviamo da Assisi, dove siamo riuniti in occasione delle celebrazioni per il nostro Serafico Padre, per condividere con voi il grande dono e privilegio che il Santo Padre ha voluto concederci in occasione degli 800 anni del Natale vissuto a Greccio. Qui San Francesco volle ricordare la nascita del Signore iniziando con un presepe, per giungere alla celebrazione eucaristica, dove Gesù Cristo si rende presente nel pane e nel vino.


800° Greccio – Indulgenza – IT

Lettera CIOFS Tema Famiglia 2021

Cari fratelli e sorelle,
OFS e GiFra, pace e bene:

Con questo sesto materiale che inviamo a tutte le Fraternità, stiamo proponendo come commissione famiglia, una riflessione sulla base della proposta del Capitolo Generale 2014, che ci ha invitato a riflettere sulla famiglia. Per questo anno 2021 il tema che proponiamo per l’approfondimento e l’impegno è:

“La cura dei nostri fratelli e sorelle anziani, la loro vita e il loro percorso sono la storia del nostro Ordine ”

Con questo tema cerchiamo di continuare a camminare insieme a loro perché sono delle nostre Fraternità. Conoscere le nostre radici significa essere incoraggiati a fare la storia ed a farne parte, quella che Dio vuole che attraversiamo insieme; abbiamo la necessità di rivedere gli spazi di accompagnamento delle diverse realtà di ogni Fraternità locale, riconoscendo in questi fratelli e sorelle la grande saggezza che dà l’esperienza del vivere.
Attualmente, nella pagina web del CIOFS www.ciofs.info ogni quattro mesi viene pubblicato del materiale utile per riflettere su distinte tematiche legate alla famiglia.
Il tema qui presentato per l’anno 2021 è una proposta affinché ogni Fraternità rifletta e condivida partendo dalla propria realtà.
Raccomandiamo che le iniziative prese dalle varie Fraternità a seguito di questa proposta siano rese note attraverso il Segretariato CIOFS alla destinataria Commissione Famiglia.

Il Signore ci benedica e la Sacra Famiglia ci accompagni nelle iniziative a favore dei nostri fratelli e sorelle anziani.

Silvia Diana
Consigliera di Presidenza
Commissione Famiglia

Allegati

TEMA ANNUALE COMMISSIONE FAMIGLIA

Rapporto annuale Well4Africa 2020 CIOFS

Cari fratelli e care sorelle, pace e bene a ciascuno di voi!
L’iniziativa sociale “Well4Africa” è nata come frutto particolare del 3° Congresso Europeo dell’OFS e della Gi.Fra., che si è svolto in Lituania nel 2018. Poiché il tema del Congresso era “Chi crede in me, dal suo grembo sgorgheranno fiumi di acqua viva” (Gv 7:38), lo scopo per cui era nata questa iniziativa sociale era quello dare concretezza al congresso assicurando acqua pura e potabile a tre comunità di altrettanti villaggi in Uganda, Zimbabwe e Malawi. Dopo il Congresso, vedendo il notevole sostegno al progetto da parte di molte Fraternità nazionali, la Presidenza CIOFS ha deciso che “Well4Africa” dovesse diventare un progetto permanente di tutto l’Ordine Francescano Secolare, affidandone la gestione al Consiglio Nazionale della Lituania.
Ad oggi, l’iniziativa sociale dell’OFS ha già realizzato 6 progetti e ne ha in corso altri 2. “Well4Africa” ha già completato acquedotti in Namane e St. Lawrence in Malawi, in Kihani in Uganda, in Sibi in Ghana, in Shisong in Cameroon e quello dedicato a S. Pietro in Masenyane, Zimbabwe. Al momento, invece, “Well4Africa” ha avviato il progetto per realizzare un pozzo nel villaggio di Kongo in Ghana e sta lavorando alla fase iniziale di un nuovo progetto da realizzare nel lebbrosario di Mutemwa in Zimbabwe. Grazie agli sforzi comuni della Famiglia Francescana e di tutti i benefattori, l’attuale situazione finanziaria di “Well4Africa” è la seguente:

• Ammontare totale delle donazioni ricevute dal lancio della iniziativa alla data del 15 Dicembre 2020: EURO 120.887,63;
• Cifra spesa per i progetti: EURO 87.884,63;
• Cifra a disposizione per futuri progetti: EURO 33.003.

Tutte le notizie e le relazioni sull’iniziativa sociale sono disponibili sul sito web well4africa.eu.
Il rapporto riportato ha lo scopo di aggiornarvi sui progetti “Well4Africa” che sono stati realizzati quest’anno

Allegati

Notizie e rapporto annuale 2020 di Well4Africa

Revisione traduzioni documenti ufficiali OFS

Cari fratelli e care sorelle,
il 27 settembre 1982, Papa San Giovanni Paolo II chiamò noi Francescani Secolari ad amare,
studiare e vivere la nostra Regola.

Durante la nostra udienza tenutasi in occasione del nostro Capitolo Generale del 2002, proprio San Giovanni Paolo II ci chiamò nuovamente questa volta ad amare, studiare e vivere le nostre Costituzioni Generali.
La Regola, le Costituzioni Generali e il Rituale sono i documenti ufficiali e vitali del nostro Ordine Francescano Secolare. Non sono delle semplici letture o norme giuridiche ma principi guida per vivere la nostra vocazione. Quindi, è importante amare, studiare e vivere questi documenti e che, di conseguenza, siano facilmente consultabili e accurati il più possibile, sia nel loro contenuto che nella loro struttura. Questo obiettivo ha ispirato la precedente Presidenza CIOFS ad iniziare questo progetto di revisione della traduzione dei documenti ufficiali dell’OFS. L’attuale Presidenza ha riconosciuto l’importanza di questa iniziativa e si è adoperata al fine di proseguire questo lavoro. Quindi sono molto felice di annunciare a tutti voi che questo progetto è stato finalmente portato a termine.
È molto importante sottolineare che non si tratta di una revisione del contenuto dei documenti stessi. Questa revisione riguarda esclusivamente la traduzione dalla versione originale.
La cosiddetta “editio typica” dei documenti è rimasta invariata. Le versioni originali della Regola e del Rituale sono in latino. La versione originale delle Costituzioni Generali è in italiano. Questo significa che sono stati originariamente scritti in queste lingue.
Quindi con la presente lettera datata 8 dicembre, festa dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria, a 20 anni dall’approvazione delle Costituzioni Generali, sono lieto di inviarvi la traduzione revisionata dei documenti ufficiali. Invito tutti voi ad amare, studiare e vivere questi documenti. Usateli come strumento per vivere la vostra vocazione, rafforzare la vita fraterna e migliorare la formazione.
Desideriamo esprimere la nostra gratitudine e apprezzamento a tutti coloro che hanno lavorato così duramente per la realizzazione di questa revisione: Michéle Altmeyer OFS, Fr. Martin Pablo Bitzer OFMConv, François Delmas-Goyon OFS, Ana Fruk OFS, Attilio Galimberti OFS, Jennifer Harrington OFS, Fr. André Ménard OFMCap, Paula Pearce OFS, Rev. Laurent Pidolle OFS, Encarnacion del Pozo OFS, Fr. Valentín Redondo OFMConv, Mary Stronach OFS.

Ringraziamo tutti loro per la dedizione, il duro lavoro e l’ottimo risultato ottenuto grazie al loro servizio fraterno.
Possa il Signore aiutarci a dare la giusta importanza e il giusto posto a questi documenti nella nostra vita. Il Santo Papa, Giovanni Paolo II, che aveva più volte espresso il suo amore all’OFS, ci aiuti ad amare, studiare e vivere questi documenti.

Vostro ministro e fratello,

Tibor Kauser
Ministro Generale CIOFS

Allegati

IT Costituzioni generali dell’OFS

IT Regola dell’OFS

IT Rituale OFS

 LAT Regula Ordinis Franciscani Saecularis

Biglietto di auguri del Ministro Generale Tibor Kauser

Care sorelle e fratelli di tutto il mondo!

Che il buon Dio vi dia la sua pace!

Luminosità e musicalità – due delle caratteristiche della “grammatica del Natale”, come sottolineava la
lettera di Natale della Conferenza della Famiglia Francescana. Questa lettera è un messaggio di noi,
Ministri Generali Francescani, che desideriamo condividere con voi quest’anno. È stato un lavoro
comune, un lavoro gioioso, una vera esperienza di appartenenza alla stessa famiglia spirituale,
un’esperienza per sentirci “tutti fratelli”. Pertanto, prima di tutto vorrei richiamare la vostra attenzione
su questa lettera di Natale, come messaggio comune a tutta la Famiglia Francescana, e vedrete che non
c’è molto da aggiungere. Mette il messaggio nell’immaginario della musica. Non dobbiamo dimenticare,
però, l’altra caratteristica del Natale, la luce.
Vi invio questo breve messaggio con l’invito, questa volta, a rivolgere uno sguardo diverso verso la luce
del Natale.

Allegati

Lettera di Natale

Natale 2020

Lettera Ministro Generale CIOFS: linee guida in tempo di pandemia

Care sorelle e cari fratelli,
Il Signore vi doni la sua pace!

Novembre è il mese in cui pensiamo di più ai Santi. Celebriamo tutti i santi, anche quelli della grande Famiglia Serafica, che accendono lanterne davanti a noi illuminando il nostro cammino quando cerchiamo Dio e cerchiamo di vivere la nostra vocazione. Ricordiamo i nostri cari, familiari, fratelli, sorelle, colleghi, vicini di casa, che non sono più con noi e che vorremmo incontrare di nuovo.
Preghiamo per coloro che ci hanno lasciato quest’anno, quindi invito tutti voi a dedicare un momento speciale alla preghiera per le nostre sorelle, fratelli, familiari, che ci hanno lasciato quest’anno, specialmente per coloro che sono mancati a causa dal Covid-19.
La pandemia ha ancora un forte impatto sulle nostre vite e ancor più di prima abbiamo bisogno del conforto dello Spirito Santo. Le Fraternità non possono ancora incontrarsi e la mancanza di contatti personali rende la vita fraterna più difficile che mai. Questa situazione perdura già da più di sei mesi e so quanto sia difficile per ciascuno di voi affrontare tutto questo. Prego per ognuno di voi, chiedendo al
Signore del Tempo di liberarci da questa difficoltà e di darci forza, finché non torneremo a uno stile di vita più normale.
La Presidenza CIOFS sta vivendo le stesse difficoltà, ma noi cerchiamo di fare del nostro meglio per portare avanti la vita fraterna e per rispondere alle attuali esigenze della Fraternità Internazionale e delle Fraternità Nazionali. Consapevole delle principali necessità, vi invio tre documenti che speriamo vi aiutino almeno nelle questioni pratiche della vita fraterna. Ringrazio la Commissione Giuridica e l’intera
Presidenza per questi documenti.

Il primo documento è una breve linea guida che intende aiutarvi ad affrontare le domande riguardanti i capitoli, le ammissioni e le professioni, durante questo periodo di pandemia in cui le fraternità non possono riunirsi.

Il secondo è il documento di supporto aggiornato per gli Statuti Nazionali. Questa versione aggiornata è stata migliorata sulla base delle esperienze più recenti.

Il terzo documento è una linea guida per i ricorsi. Basandoci sulla esperienza della Presidenza, abbiamo ritenuto utile fare luce su alcuni punti e chiarire la procedura.

Spero che questi documenti vi siano di aiuto in questa situazione, anche se comprendo che non possono sostituire l’amore e i sorrisi che ci scambiamo di persona, le Sante Messe in comune, le buone condivisioni, le cene insieme, la vita fraterna nella sua pienezza.
Che il Signore ci illumini, affinché possiamo vedere in questa ricchezza e varietà di santità che ricordiamo specialmente in questo mese, che anche noi abbiamo questa stessa vocazione, cioè essere santi! Non c’è un solo modo per essere santi, Dio invita ciascuno di noi ad essere santo a modo proprio e nella propria vita. Prego per voi tutti, affinché possiate trovare il modo giusto per diventare santi!

Continuo a pregare per tutti voi e chiedo le vostre preghiere per me e per la Presidenza, in modo che possiamo servire voi, la Fraternità Internazionale, giorno dopo giorno e sempre meglio.
Vostro ministro e fratello minore,

Tibor Kauser

Ministro Generale CIOFS

Allegati

Domande al tempo della pandemia

  • 1
  • 2